Non siamo una band “indie-radical-chic”

 

Nella nostra intervista per i 3 anni di attività abbiamo ribadito la nostra determinazione a non cedere alle lusinghe dell”indie-radical-chic”, nonostante consapevoli del fatto che “continueranno a darci dei “poppettari da sagra della porchetta”.

Un esempio di questo tentativo è la recensione di rockit ad una delle nostre canzoni “canzone del viaggio”.

Alla domanda: “Ragazzi, in questi anni avete mai avuto paura?”, abbiamo risposto così: “la situazione attuale del mercato discografico avrebbe dovuto non metterci paura, ma terrorizzarci. Ma abbiamo avuto, fortunatamente, un grande dono dai nostri genitori: ci hanno insegnato il coraggio e la determinazione a non cedere mai, quando si è nel giusto.
E poi ci conforta l’affetto costante dei nostri fans. Lo avvertiamo ad ogni nostro concerto: l’abbraccio della gente è affettuosissimo. Non possiamo avere paura, anche per rispetto a tutti loro”.

Il problema della musica indie italiana è che “suona” come la musica indie americana di 30 anni fa ed ogni riferimento alla notra tradizione è lasciato in mano agli artisti pop o al pianobar.

Probbilmente “la contaminazione” è un fattore che poteva avere valore 100 anni fa, quando un jazzista americano doveva fare un viaggio lungo mesi per poter arrivare in Europa ed ascoltare la musica sinfonica: ed era un privilegiato a cui veniva concessa la mistura dei due generi per creare suoni e musiche fantastiche.

Oggi anche un musicista alle prime armi può pensare di fare un lavoro di contaminazione perchè ha accesso a (quasi) tutta la musica che vuole; ma proprio perchè è una cosa che può fare chiunque perde tutto il suo valore.

Crediamo che oggi abbia molto più valore cercare nelle proprie radici gli elementi per proporre qulcosa di nuovo. C’è da dire poi che l’Italia ha una tradizione ed una cultura così vasta che di certo non mancano elementi seminali per ispirare nuove canzoni.

Per questo motivo La Figlia Del Dottore è impegnata nel tentativo di ridare nuova forza a alla musica italiana, senza far finta di non conoscere (o non apprezzare) le nuove sonorità ed i nuovi stilemi musicali.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...